mercoledì, 24 Luglio, 2024

SITO IN AGGIORNAMENTO

Brevetti, record per la Lombardia a livello nazionale: le domande depositate rappresentano il 39% del totale italiano

25 Marzo 2019 - Local Genius

Brevetti, record per la Lombardia a livello nazionale: le domande depositate rappresentano il 39% del totale italiano


Salgono anche le richieste di registrazione per i marchi: 16 mila nell'ultimo anno, con un aumento del 7,4% in cinque anni, il 30% delle domande presentate in Italia nello stesso periodo

Stampa Articolo Stampa Articolo


«La Lombardia si conferma una regione di inventori e creativi, con vari primati a livello italiano: sono quasi 20 mila le domande di brevetti depositate, con una crescita del 30% rispetto al 2013, il 39% delle oltre 51 mila presentate in Italia nel 2018. Salgono anche le richieste di registrazione per i marchi: 16 mila nell’ultimo anno, con un aumento del 7,4% in cinque anni, il 30% delle domande presentate in Italia nello stesso periodo. Questi dati emergono da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, su dati dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero dello Sviluppo Economico, relativi agli anni 2018, 2017 e 2013». Lo si legge in un lancio di Lombardia News, agenzia di stampa della Regione Lombardia, del 24 marzo 2019, e che riportiamo integralmente. «Con oltre 36 mila depositi di brevetti e marchi, pari al 32,7% dei circa 110 mila depositi a livello nazionale, la Lombardia – precisa il comunicato – è la regione in cui si presentano più domande di registrazione di marchi, brevetti e modelli di utilità. Seguono il Lazio con 20 mila e il Piemonte con 15 mila. Milano è la regina della creatività italiana con quasi 32 mila tra brevetti e marchi depositati nel 2018, seguita da Roma con quasi 20 mila, Torino con 13 mila, Napoli con 3 mila, Bologna, Firenze e Padova che superano i 2 mila. Tra le prime 20 province anche le lombarde Brescia con 1.583, Monza Brianza con 806 e Bergamo con 688. Questi i dati che emergono dall’approfondimento settimanale di #LombardiaSpeciale, pubblicato sul sito www.lombardiaspeciale.regione.lombardia.it»

“La Lombardia si conferma patria dell’innovazione e della ricerca con numeri da record. Sono quasi 20 mila le domande di brevetti depositate nel 2018 rispetto alle 15 mila del 2013, +30%, pari al 39% del totale nazionale. Questi numeri confermano – ha commentato il vicepresidente di Regione Lombardia nonché assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala – come stiamo andando nella giusta direzione con le nostre misure per supportare e incentivare un continuo sviluppo del territorio”. “Investire in innovazione è fondamentale anche per favorire l’occupazione e per trattenere sul territorio i nostri giovani cervelli” ha proseguito il vicepresidente Sala. “Sulla base dei dati relativi ai primi Accordi regionali per la Ricerca e l’Innovazione – ha spiegato – sono stati 94 i nuovi assunti, di cui 7 su 10 hanno meno di 35 anni”. “Per ogni Accordo – ha sottolineato Sala – è stato registrato in media almeno un brevetto. Per sostenere questa dinamica abbiamo da poco investito ulteriori 70 milioni per la seconda edizione della misura”.

“Il Consiglio regionale all’unanimità – ha aggiunto il vicepresidente – ha approvato il Programma Strategico Triennale per la Ricerca, l’Innovazione e il Trasferimento Tecnologico, che mobilita risorse per 750 milioni di euro. Regione Lombardia Vuole tracciare le linee di sviluppo per il futuro della ricerca e dell’innovazione per rispondere alle sfide globali, scegliendo un approccio che mette al centro di tutte le scelte il cittadino e i suoi bisogni”.

Condividi su:
Tags: , , ,

Articoli Correlati

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

INSTAGRAM