martedì, 16 Luglio, 2024

SITO IN AGGIORNAMENTO

Il Cristianesimo tra fede, radici storiche e attualità. A Tempo di Libri, dall’8 al 12 marzo a Fieramilanocity

26 Febbraio 2018 - Local Genius

Il Cristianesimo tra fede, radici storiche e attualità. A Tempo di Libri, dall’8 al 12 marzo a Fieramilanocity




Stampa Articolo Stampa Articolo


«Per molti fede, per tutti retaggio storico, la religione è parte costitutiva dell’identità di qualsiasi cultura e dei suoi tanti volti e racconti. Per questo a Tempo di Libri, dall’8 al 12 marzo nei padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity, non poteva mancare la testimonianza di tale eredità, nel nostro caso cattolica. Oltre 20 incontri che spazieranno dal rapporto del Cristianesimo con le immagini all’interpretazione dei testi sacri, dal confronto con la scienza e con le rivoluzioni ai cambiamenti in corso in Vaticano. Fra intreccio di fedi e accoglienza multiculturale, si accenderanno i riflettori su protagonisti di ieri e di oggi come Don Giussani e il Papa Buono, Paolo VI e lo stesso Papa Francesco, per poi capire quale via intraprendere per tornare a essere felici, quali risposte trovare nell’amore». Lo si legge in una nota stampa ufficiale pubblicata il 19 febbraio 2018 sul sito ufficiale della Fiera.

«Giovedì 8 marzo – spiega il comunicato – il viaggio comincia con Leonardo Becchetti, Alessandro Giuliani e Marco Tarquinio che invitano il pubblico ad andare Oltre i luoghi comuni della scienza e dell’esistenza (ore 14.30, Sala Suite 2) mentre Gabriella Caramore e Maurizio Ciampa, insieme ad Enzo Bianchi e Massimo Cacciari, nell’incontro IconePensare per immagini (ore 17, Sala Brown 1) riflettono su come cogliere l’essenza dell’esperienza cristiana a partire dall’arte, in specie L’ascesa al Calvario di Brueghel e la Cena in Emmaus di Rembrandt. In contemporanea, l’attenzione si sposta su Padre Pernet: l’avventura umana e spirituale del prete dei poveri (ore 17, Sala Bianca), del quale Paola Bergamini, Andrea Tornielli e Ines Maggiolini ripercorrono l’eredità storica e spirituale».

«Venerdì 9 marzo (citiamo sempre testualmente, ndr) il tema guida della giornata – le rivoluzioni – anima diversi appuntamenti di carattere religioso: la mattina inizia con Alessandro D’Avenia, amatissimo dai giovani e non solo, che spiega perché Ogni storia è una storia d’amore (ore 10.30, Sala Brown 3), in un viaggio che dal mito di Orfeo ed Euridice esplora la forza rivoluzionaria di questo sentimento universale. Sono invece autentici Profeti e rivoluzionari (ore 12, Sala Amber 2) don Lorenzo Milani, don Tonino Bello e don Ernesto Balducci, dei quali si discute nell’incontro con Giancarlo Piccinni, Sandra Gesualdi, Agostino Burberi e Andrea Cecconi. Si parla invece di Felicità in 3D (ore 13, Sala Suite 2), e del come e perché essere felici, con Alberto D’Auria, Emiliano Antenucci e Umberto Muratore, sul filo di psicologia, spiritualità e filosofia. Nel pomeriggio appuntamento con il successore di Don Giussani, Don Julián Carrón, che insieme a Gianni Riotta offre una testimonianza della vita del fondatore del movimento Comunione e Liberazione e della sua idea della fede come esperienza rivoluzionaria nella vita dei giovani: Don Giussani: oltre il muro dei sogni (ore 15, Sala Volta). Il percorso prosegue puntando la lente d’ingrandimento sul rapporto religione-tecnologia, con l’incontro Credere nell’era dell’intelligenza artificiale? (ore 16, Digital Cafe), e su Come il Vaticano sta cambiando il mondo (ore 18.30, Sala Amber 4) grazie all’idea della “civiltà dell’incontro” promulgata da Papa Francesco: ne discutono Antonio Spadaro, Marco Tarquinio, Vittorio Emanuele Parsi e Alessandro Zaccuri. In serata spazio al rapporto fra Rivoluzione e fede con Gianni Riotta e il vescovo ausiliare di Milano Paolo Martinelli (ore 19, Sala Amber 1), mentre lo storico del Cristianesimo Alberto Melloni ricostruisce la figura di un pontefice molto amato nell’incontro 1958, il conclave. Lezione sui diari di Papa Giovanni (ore 19.30, Sala Amber 4). Infine, due occasioni di riflessione più strettamente legate ai testi sacri e alla pratica religiosa: Ernesto Borghi ed Elena Lea Bartolini De Angeli analizzano La Bibbia all’incrocio delle fedi e delle culture (ore 20, Sala Bianca), guidando il pubblico fra le diverse letture e prospettive di ebrei e cristiani, e con Don Marco Pozza si scopre Il coraggio di pregare il Padre Nostro (ore 20.30, Sala Amber 2), affrontando le inquietudini e le speranze di oggi a partire dal libro Padre Nostro di Papa Francesco».

Condividi su:
Tags: , , , , ,

Articoli Correlati

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

INSTAGRAM