mercoledì, 22 Maggio, 2024

SITO IN AGGIORNAMENTO

Mara Spezie di Casabona, vero Peperoncino Calabrese 100% al Cibus. Un no forte e deciso al Falso Made in Calabria!

13 Maggio 2018 - Local Genius

Mara Spezie di Casabona, vero Peperoncino Calabrese 100% al Cibus. Un no forte e deciso al Falso Made in Calabria!


Una battaglia di Local Genius che è prima di tutto culturale, a difesa dell'identità regionale, e poi anche economica contro coloro i quali truffano i consumatori

Stampa Articolo Stampa Articolo


A Cibus 2018, primaria fiera agroalimentare che si svolge ogni due anni a Parma, Local Genius (Giornale delle Identità Territoriali) ha incontrato l’azienda Mara Spezie di Casabona, paese dell’entroterra crotonese, specializzata nella produzione e trasformazione del Peperoncino Calabrese 100%. Peperoncino essiccato in polvere o frantumato in scaglie (il tradizionale Peperoncino Pistatu), sia dolce sia piccante; Peperoncino essiccato intero o rondellato, anche nella versione biologico; estratto di Peperoncino dolce e piccante, anche biologico, prevalentemente utilizzato per la produzione di salumi, ma ottimo anche per realizzare sughi e salse; Peperoncino essiccato verde in pezzi, prezioso per la gastronomia identitaria o anche per soluzioni culinarie innovative. Notevole varietà di proposta, un ottimo rapporto qualità-prezzo. Intensi i profumi emanati dalle varie specialità. Da Casabona, quindi, un importantissimo contributo in direzione di un’ormai antica battaglia di Local Genius: promuovere e valorizzare il Vero Peperoncino Made in Calabria, contro ogni forma di inganno o di vera e propria truffa nei confronti dei consumatori, il che può accadere quando si spaccia per calabrese peperoncino che invece è di importazione. Non è corretto, e si spera che controlli sempre più severi possano far pagare un duro prezzo a quanti eventualmente approfittino, anche con vari escamotage dialettici, della buona fede dei consumatori. Né si può tollerare, nei casi in cui si parla di export, che all’estero venga proposto come “calabrese” qualcosa che non lo è. Ritorneremo sull’attività produttiva della Mara Spezie, continuando a lottare per la massima valorizzazione della filiera corta calabrese: è giusto per difendere l’identità culturale regionale, nonché per sostenere un’economia basata sul coerente e razionale sfruttamento delle migliori risorse interne.

Fotografia pubblicata: Lo stand di Mara Spezie al Cibus 2018

Condividi su:
Tags: , , , , ,

Articoli Correlati

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

INSTAGRAM