lunedì, 26 Febbraio, 2024

SITO IN AGGIORNAMENTO

Fano, parte la XVI edizione del Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce. Tradizioni marchigiane

5 Luglio 2018 - Local Genius

Fano, parte la XVI edizione del Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce. Tradizioni marchigiane


Il Mipaaf ha deciso di sostenere la manifestazione promuovendo la pesca intelligente e compatibile. Lunga lista di eventi e di iniziative enogastronomiche

Stampa Articolo Stampa Articolo


«Si alza il 5 luglio il sipario sulla XVI edizione del Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce (5-8 luglio, lungomare Simonetti). Una golosa occasione per conoscere e approfondire le tradizioni e la storia delle coste marchigiane, una kermesse che si fa palcoscenico della cultura gastronomica internazionale con gli Chef stellati, i vip dell’enogastronomia, la gara internazionale e una lunga lista di eventi sorprendenti. L’inaugurazione, in grande stile, è prevista il 5 luglio, alle 19.00, sul palco centrale del Lido, con la cerimonia di apertura e il taglio del nastro alla presenza delle autorità e degli amministratori locali. Protagonista d’eccezione del Festival, quest’anno, è il Mipaaf che, grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca (FEAMP) 2014/2020, ha deciso di sostenere la manifestazione con una collaborazione che profuma di mare e che mira a promuovere la pesca intelligente e compatibile. Grazie al Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali, infatti, il Festival ospiterà, tutti i giorni dalle 19 alle 22 alla Cavea del Lido, “Brodetto & Kids”, i laboratori didattici e giochi per tutte le età volti a far scoprire ai più piccoli il pesce, alimento prezioso, fonte di omega 3, proteine nobili altamente digeribili, sali minerali e vitamine». Lo si legge in una nota stampa ufficiale diramata il 4 luglio 2018 e che riportiamo integralmente.

«Già alle 20.00, poi, si entra nel vivo del programma con la prima delle presentazioni di libri, quella dedicata a “Il grande libro della grappa” (2017, Hoepli Editore), un volume – spiega la nota stampa – in grado di soddisfare molte curiosità. Sapete, ad esempio, quando è nata la Grappa?. Dicono gli autori, il giornalista Cesare Pillon e il sommelier Augusto Vaccarini, che “rispondere a questa domanda non è difficile, è impossibile. È stata la più plebea delle acquaviti (forse quella italiana la prima al mondo a essere stata distillata) fino a quando non è riuscita a proporsi nella pienezza del suo fascino, e allora si è rivelata la più aristocratica delle essenze”. Dunque, non siete curiosi di scoprire un altro appassionante capitolo della cultura gastronomica italiana? Moderati dal direttore della rivista Artù, Alberto Schieppati, gli autori vi porteranno per mano dentro i segreti di questo magnifico distillato. Ma l’appuntamento più atteso della giornata è senza dubbio quello delle 21.00: il cooking show di una delle più luminose stelle della cucina italiana, il grande Igles Corelli. Maestro indiscusso della ristorazione italiana, filosofo della Cucina circolare e volto noto di Gambero Rosso Channel con il suo programma “Il gusto di Igles”, è il nuovo Coordinatore del Comitato Scientifico di Gambero Rosso Academy».

«La prima giornata di questa XVI edizione del Festival Internazionale del Brodetto e delle zuppe di Pesce si chiude, infine, con l’imperdibile concerto dei GTO (ore 22.30 – palco centrale), una rock band – spiega il comunicato – che ha fatto la storia della musica italiana degli ultimi vent’anni. Il loro sound immerge l’ascoltatore in un ambiente viscerale e sincero in cui l’energia del rock’n’roll si incontra con certe dinamiche folk, un ambiente dove le chitarre elettriche e i tocchi di fisarmonica vestono storie di vita. Sono, loro, i GTO, band umbra, vincitrice dell’Arezzo Wave nel ’97, che calca le scene internazionali ormai da oltre 25 anni, e che non avrebbe neanche bisogno di tante presentazioni data la sua fama. Già dall’ora di pranzo, il 5 luglio, saranno inoltre al lavoro le 3 “Case” dedicate alle specialità marinare italiane: la “Casa del Brodetto alla Fanese” (nuova area a nord del lungomare), la “Casa del Brodetto alla Sambenedettese” e la “Casa del Cacciucco alla Livornese” che proporranno le zuppe di pesce e golosi piatti tipici abbinati a i grandi vini della DOC del territorio proposti dalle 9 cantine di “Bianchello d’Autore”, il progetto di 9 produttori di Bianchello del Metauro DOC  sostenuto da IMT (Istituto Marchigiano di Tutela Vini). Il nuovo format della ristorazione sarà attivo fino a domenica, a pranzo e a cena».

«Ricordiamo, infine, l’appuntamento di approfondimento tecnico che sarà ospitato sul palco centrale alle 18.30 di venerdì 6 luglio: il convegno dal titolo “Il valore dell’identità e della qualità nella promozione del prodotto ittico locale e nella valorizzazione delle tradizioni enogastronomiche”. L’evento, che rientra nel progetto “PESCAMARE” co-finanziato
al Comune di Fano dal FLAG Società cooperativa consortile GAC Marche nord, con fondi europei del FEAMP – Azione 3.1., è promosso – conclude la nota stampa – dal Comune di Fano. Modera Micaela Vitri (giornalista di Tele2000). Ingresso gratuito».

Fotografia pubblicata: la zona mare di Fano durante il Festival del Brodetto (immagine allegata alla nota stampa)

Condividi su:
Tags: , , , ,

Articoli Correlati

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

INSTAGRAM