mercoledì, 22 Maggio, 2024

SITO IN AGGIORNAMENTO

Emergenza Xylella e rigenerazione olivicola delle aree infette, Confagricoltura: è indispensabile proseguire ed ampliare la ricerca varietale

20 Giugno 2019 - Local Genius

Emergenza Xylella e rigenerazione olivicola delle aree infette, Confagricoltura: è indispensabile proseguire ed ampliare la ricerca varietale




Stampa Articolo Stampa Articolo


“Il settore olio vuole ripartire dopo un’annata drammatica in termini produttivi e all’indomani di un decreto emergenze che finalmente dà il via alla ricostruzione del sistema olivicolo pugliese fortemente colpito dalla Xylella e dalle calamità naturali”. Lo ha sottolineato il 19 giugno il presidente della Federazione Nazionale Olivicola di Confagricoltura, Pantaleo Greco, che è intervenuto con Assofrantoi al Tavolo di settore indetto dal Mipaaft. Lo si legge in una nota stampa ufficiale diramata da Confagricoltura nazionale il 19 giugno 2019, e che riportiamo integralmente. «Il rappresentante di Confagricoltura, nel corso della riunione, ha pienamente condiviso – sottolinea il comunicato – lo stanziamento dei 30 milioni della delibera CIPE dello scorso novembre a valere sulla misura 5.2 della Sviluppo rurale (sostegno agli investimenti), indispensabili per la riconversione varietale».

“Va prestata grande attenzione – ha detto Greco – ai 300 milioni del fondo per il piano straordinario (150 milioni per anno, nel 2020 e 2021) che dovranno essere destinati in particolare per la rigenerazione olivicola delle aree infette. Non bisogna abbassare la guardia ed è indispensabile proseguire ed ampliare la ricerca varietale, già concretamente posta in essere da diversi anni con la realizzazione di campi prova per individuare le cultivar italiane e straniere immuni al batterio”. «Quindi – conclude la nota stampa – una riflessione anche sulla auspicata ‘OCM Olio’ (la normativa europea di settore) proposta dall’Italia a Bruxelles e che non potrà prescindere da misure di promozione, oltre che strutturali, analoghe a quelle previste per il comparto vitivinicolo. Infine, è stata appoggiata da Confagricoltura la proposta di modifica del DM 617/2018 (Disposizioni nazionali in materia di riconoscimento e controllo delle OP, organizzazioni di produttori del settore olivicolo) avanzata dalla Commissione Politiche Agricole (CPA) della Conferenza delle Regioni, che chiarisce le condizioni di deroga per i requisiti di riconoscimento delle OP in caso di calamità naturali e fitopatie e riporta alcune specificazioni riferite al recepimento del regolamento Omnibus (lo strumento giuridico della rivisitazione della Pac)».

Fotografia pubblicata: Ulivi colpiti da Xylella fotografati nel Salento (archivio Local Genius)

Condividi su:
Tags: , , ,

Articoli Correlati

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

INSTAGRAM