mercoledì, 22 Maggio, 2024

SITO IN AGGIORNAMENTO

Natale, il periodo ideale per riscoprire la tradizione dei Fichi di Calabria. Ad Amantea il prezioso lavoro dei Fr.lli Marano

17 Dicembre 2018 - Local Genius

Natale, il periodo ideale per riscoprire la tradizione dei Fichi di Calabria. Ad Amantea il prezioso lavoro dei Fr.lli Marano




Stampa Articolo Stampa Articolo


Il Natale in Calabria è ancora ricco di tradizioni. Sul fronte agroalimentare ed enogastronomico, ad esempio, c’è tanto da scegliere e da riscoprire, grazie soprattutto all’infaticabile lavoro di artigiani che, con il loro lavoro appassionato e paziente, ci trasmettono saperi, tecniche, gusti e profumi tramandati nel corso dei secoli. I Fichi di Calabria sono famosi in tutto il mondo per le loro particolari qualità organolettiche. Una regione al centro del Mediterraneo, qual è appunto la Calabria, ha nel proprio “dna” la cultura dei fichi, tanto importante quanto quella del vino, delle olive e del grano. I fichi, disponibili sul finire dell’estate, hanno rappresentato per lunghissimo tempo una preziosa riserva di carboidrati per l’inverno. L’intelligenza contadina li ha conservati in vario modo: bolliti, secchi… E il genio creativo nato dal bisogno ma anche dalla impareggiabile bontà delle cose semplici, nonché dalla stretta vicinanza ai cicli della natura, senza fare ricorso alle procedure artificiali di certa produzione industriale, ha trasformato la necessità di conservare il cibo (in questo caso i fichi) per renderlo disponibile nei mesi più difficili (quelli invernali, appunto), in delizie del palato. Pensiamo ad esempio alle “crocette”, fichi secchi intrecciati ripieni di ottime noci o mandorle, e di scorze candite. Una delizia assoluta! Un tempo, così come per altre specialità della tradizione, le “crocette” rappresentavano anche il dolce delle feste, in particolare natalizie. Oggi, pur conservando il ruolo di dolce da consumare tutti assieme in famiglia nel corso di pranzi ricchi e articolati, o come spezza-fame e merenda, le “crocette” sono un prezioso esempio della migliore produzione dolciaria tradizionale calabrese.

La provincia calabrese in cui la tradizione del fico è più viva è quella di Cosenza. Di recente l’Unione europea ha riconosciuto la Dop Fichi di Cosenza, relativa al frutto essiccato, detto “bianco” o “dottato”. E proprio in provincia di Cosenza esistono alcune aziende artigiane che lavorano con grande perizia i fichi, lungo una filiera che parte dal frutto fresco o leggermente appassito, per giungere alla composizione e commercializzazione di vere e proprie eccellenze agroalimentari e dolciarie. Ad Amantea, città della costa tirrenica cosentina che ha alle spalle una storia importante, opera la Fratelli Marano, il cui laboratorio con annesso elegante spazio dedicato alle vendita diretta, ha sede lungo la strada statale che risale tutto il versante occidentale della Calabria. Amantea è posta quasi al confine con la provincia di Catanzaro ed è facilmente raggiungibile sia da Cosenza, percorrendo la strada cosiddetta “Paolana”, sia da Lamezia Terme, da Catanzaro e dal Vibonese, utilizzando l’autostrada. La Fratelli Marano opera da circa un secolo, ed ha tramandato di generazione in generazione un sapere artigiano sempre vivo e che ha anche avuto la capacità di innovare. Dalle specialità tradizionali a base di fico, si è passate a quelle più innovative, che magari utilizzano fragranze e sapori della enorme biodiversità calabra: il bergamotto, il cedro, la liquirizia, il peperoncino… E poi la specializzazione nella lavorazione del cioccolato che ha positivamente “contaminato” gli stessi fichi. Il cioccolato è diventato, però, anche arte a se stante, con la ricerca delle varietà più preziose e rare.

Visitando in questi giorni di Natale il curatissimo punto vendita della Fratelli Marano, adiacente come detto al laboratorio artigiano in cui mani esperte lavorano con competenza e dedizione rare, ci si può immergere nella cultura del Fico di Cosenza declinato in tantissimi modi. Le belle confezioni dedicate a questa “meraviglia” della civiltà contadina calabrese, trasformano i fichi anche in un piacevolissimo e sempre apprezzato dono. Non dimenticate di degustare le sublimi “crocette”, o anche i panettoni artigianali farciti con i pezzetti di fichi secchi! La visita alle sede di Amantea dei Fr.lli Marano (un punto vendita è presente anche sul corso principale ai piedi del centro storico) è prima di tutto un’esperienza culturale, un tuffo nella storia agroalimentare della Calabria.

Fotografia pubblicata: confezione di “Crocette” della Fr.lli Marano di Amantea (Cosenza)

Condividi su:
Tags: , , ,

Articoli Correlati

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

INSTAGRAM